NUOVA VENEZIA - Rovigo 7 marzo 2010
Postato da admin [07/03/2010 10:13]

LA RICHIESTA Ettore Bonalberti e Giorgio Zabeo si rivolgono al candidato alla presidenza della Regione

"A Luca Zaia chiediamo lo stesso impegno sottoscritto da Cota in favore della famiglia"


Ettore Bonalberti e Giorgio Zabeo si rivolgono al candidato alla presidenza della Regione Veneto, Luca Zaia, per conto della rete Alef e Circoli veneti Insieme, chiedendo di sottoscrivere un impegno a sostegno dei cattolici.

Caro Presidente Zaia a nome dei circoli veneti di Insieme e della rete Alef (Associazione dei Liberi e Forti) ti inviamo la seguente riflessione e ti chiediamo di incontrarci per sottoscrivere lo stesso impegno che l'onorevole Cota, candidato alla presidenza della regione Piemonte, ha assunto alla vigilia delle prossime elezioni regionali. Una riflessione ai Candidati che si dichiarano Cattolici. Un Patto per ila vita e la famiglia e fondato su principi non negoziabili. Il Magistero della Chiesa, da molti anni, in modo sempre pi¨ preoccupato, invita ormai a una presenza pubblica del mondo cattolico orientata a rivendicare la garanzia del rispetto di alcuni principi fondamentali, sintesi della dottrina sociale della Chiesa. Sono i "principi non negoziabili" indicati dalla Nota dottrinale della Congregazione per la dottrina della fede del 24 novembre 2002, dal discorso di papa Benedetto XVI a parlamentari del Partito popolare europeo del 30 marzo 2006 e al recente comunicato dei vescovi dell'Emilia Romagna del 22 febbraio 2010. Essi ruotano attorno a tre principi indicati sempre come i principali: la difesa della vita dal concepimento alla morte naturale; la centralitÓ della famiglia come soggetto politico fondato sul matrimonio fra un uomo e una donna; la libertÓ di scelta educativa senza costi aggiuntivi per i genitori che appunto scegliessero di mandare i loro figli in una scuola non statale. Altri principi, pure importanti nell'economia della dottrina sociale, legati ai valori della solidarietÓ, dell'accoglienza e della disciplina dell'immigrazione, e della pace, vengono successivamente indicati a completamento di questi tre. Coloro che si candidano in elezioni politiche, dichiarando di essere cattolici, dovrebbero sottoscrivere un Patto per la vita e la famiglia fondato su punti fondamentali, relativi ai principi non negoziabili. Un candidato alla Presidenza della Regione Piemonte: Roberto Cota ha sottoscritto un tale Patto per la vita e la famiglia e sui principi non negoziabili. Cota ha accettato quattro garanti, espressione di diverse associazioni e movimenti del laicato cattolico, che vigileranno sul rispetto degli impegni sottoscritti in caso di vittoria elettorale.

Caro presidente ti chiediamo di assumere pubblicamente lo stesso impegno anche per la politica che intenderai portare avanti nel Veneto nei prossimi cinque anni. In attesa di un tuo cortese riscontro, cordialmente ti salutiamo.

Coordinatore,

Rete Alef - Ettore Bonalberti

Presidente dei Circoli veneti di Insieme - Giorgio Zabeo

 

 


 
Email:
Password:
 
            
Vuoi commentare gli articoli? Inserisci la tua email e richiedi la tua password premendo sul tasto "registrati"
 
 
    
Alcuni movimenti politici e associazioni stanno tentando di ricomporre su basi innovative l'area dei democratici cristiani e dei popolari, Ritieni la cosa positiva?
 
SI
NO
 
       












Partners
 
 
 
 
 


Dir.Resp.: Ettore Bonalberti - Coordinatore Blog: Giorgio Zabeo
Redazione e amministrazione: C.so del Popolo, 29 - 30172 Mestre (Venezia) - tel. e fax 041/978232 - Email: info@insiemeweb.net
©2008 Associazione Insieme - powered by Enforma Solutions - based on en-press engine - Privacy Policy