357 mila case all'asta in Italia
Postato da admin [23/09/2017 13:17]


357 mila case all'asta in Italia: chi potrebbe comprarsele in un colpo solo

Una nota degli amici di multicentro:  multicentrorisarcimenti@gmail.com



Black Stone, dalle notizie comparse sul web, si sarebbe comprata in Spagna e Portogallo circa 250.000 case messe all'asta da Banca Santander in un colpo solo e si sarebbe comprata 32.000 case residenziali all'asta in un colpo solo negli USA in un solo anno. 

Black stone se le starebbe comprando a 10-15.000 euro l'una, a fronte di mutui ipotecari di mediamente di 150 mila euro, con capitali residui non pagati  dai mutuatari mediamente  di 80 mila euro. in quanto il mutuatario non riesce più a pagare il suo mutuo di mediamente 15 anni, circa a meta mutuo, quando crolla la borsa, la borsa crolla ogni circa 7 anni con conseguente restrizione del credito, e perdita di posti di lavoro perchè le aziende  falliscono. 

 Sarebbe  tutto purtroppo calcolato.  

Verrebbero comprati quindi a 10-15.000 euro immobili che avevano un prezzo di mercato iniziale di 150 mila euro  e rivenduti a circa 80/100 mila euro. 

 

 Black Stone è stato scoperto che sarebbe la società immobiliare degli hedge fund della Georgia  caucasica che purtroppo controllerebbero  dal 1992/93 tutte le banche quotate italiane e purtroppo pertanto, essendo le banche italiane quotate azioniste di maggioranza dal 1992/93 di Banca d'Italia, detti hedge fund speculatori controllerebbero dal 1992/93 anche Banca d'Italia. 

 

Il controllo sarebbe avvenuto all'insaputa delle stesse banche italiane e di Banca d'Italia  in quanto  mentre solo dal 1998 sarebbero disponibili  a livello aggregato mondiale i dati di delegati e deleganti delle società quotate in borsa, solo da maggio 2014 sono disponibili anche i dati a livello aggregato mondiale dei sub-deleganti che comproverebbe la concentrazione del controllo in una decina  di fondi speculatori appunto anglo-caucasici, kazari. 

Dato quello dei sub-deleganti probabilmente voluto dagli stessi Governatori di FED e BCE incapaci negli ultimi 25 anni, dal 1992, di impedire,  ben quattro crolli, nel 1994, 2001, 2008, 2016, delle borse area euro -dollaro (New York, Londra, Milano, Parigi, Atene, Madrid) , crolli prima del 1992 mai avvenuti e   che hanno sottratto il risparmio solo in Italia, dal 1992  a circa 20 milioni di risparmiatori ed azzerato pertanto le rispettive  classe medie.  

 

Crolli provocati da detti hedge fund con vendite allo scoperto,  dal 1992 non più vigilate in quanto governanti poco previdenti avrebbe consentito che fosse tolto dal 1992/93 ai rispettivi organi di vigilanza della borsa il potere ispettivo di vigilare sulle stesse. 

 

357.000 sono le case all'asta in Italia nel luglio 2017.  Circa il 90% di esse sono case il cui mutuo ipotecario era inferiore a 200.000 euro. Si tratta pertanto per il 90% di famiglie italiane che stanno perdendo la casa, dopo avere pagato si riscontra anche 10 anni di rate a fronte di un mutuo generalmente di 15 anni di durata.

 

Come la mafia-nomade georgiana che compierebbe rapine, furti nelle case e nei negozi di abbigliamento firmato, avrebbe dai rilievi delle forze dell'ordine, un fondo comune in cui farebbe confluire i proventi , Black Stone sarebbe la società immobiliare comune di  questi fondi speculatori anglo caucasici, aventi sede legale attraverso interposte banche commerciali e d'affari, nella City of .London, ma sede fiscale nel Delaware,  come accertato dalla SEC (organo di vigilanza della borsa USA, dal 2001 indipendente e con potere ispettivo ),  dove la tassazione è 0%. 

 

Gli hedge fund avrebbero un enorme liquidità dalla creazione digitale di dollari statunitensi che avverrebbe , doc desecreatati  hanno  dimostrato , a Nassau, poi immessi a partire dal 1992/93  nel sistema bancario italiano  attraverso la rete di cavi sottomarini internet /intranet sottratta  allo Stato italiano nel 1992 con due leggi la 58 del 28 Gennaio 1992 e la n.35 del 29 Gennaio 1992. 

Immessi, attraverso le interposte ignare banche italiane , ai fini del prestito a famiglie, imprese ed enti locali italiani a partire  dal Provvedimento di Banca d'italia del 31 Luglio 1992 con cui è sarebbe  stato installato il software che permetterebbe questa immissione digitale da Nassau  e la conseguente ipotizzata EVASIONE fiscale da parte di detti hedge fund , delle quote capitali via via pagate dagli ignari mutuatari e che sarebbero dal software state fatte uscire dalle ignare banche italiane a  partire dall'entrata in vigore del Provvedimento di Banca d'italia del 31 Luglio 1992. . 

 

1700 miliardi di euro i crediti concessi in italia dal 1992, 350 miliardi di euro non sono stati restituiti (in sofferenza, NPL)   , 1350 miliardi di euro sarebbero le quote capitali che detti hedge fund dovrebbero restituire alle banche italiane. 400 miliardi di euro le tasse tra IRES ed IRAP   che dovrebbero pagare detti hegde fund allo Stato italiano per ricavi realizzati in Italia.  

 

 


 
Email:
Password:
 
            
Vuoi commentare gli articoli? Inserisci la tua email e richiedi la tua password premendo sul tasto "registrati"
 
 
    
Alcuni movimenti politici e associazioni stanno tentando di ricomporre su basi innovative l'area dei democratici cristiani e dei popolari, Ritieni la cosa positiva?
 
SI
NO
 
       












Partners
 
 
 
 
 


Dir.Resp.: Ettore Bonalberti - Coordinatore Blog: Giorgio Zabeo
Redazione e amministrazione: C.so del Popolo, 29 - 30172 Mestre (Venezia) - tel. e fax 041/978232 - Email: info@insiemeweb.net
©2008 Associazione Insieme - powered by Enforma Solutions - based on en-press engine - Privacy Policy