Ricordo di Piero Coppola
Postato da admin [09/05/2017 20:06]


Ho appreso con grande dolore la notizia della scomparsa di Piero Coppola, amico di tante battaglie politiche dentro e fuori della DC. Piero Coppola é stato un combattente democratico cristiano indomito, coerente con la sua formazione di cattolico intransigente formato alla scuola di Vincenzo Gagliardi, di Alfeo Zanini, di Luigi Tartari;  militante in quella componente della sinistra sociale della DC insieme al sen. Giorgio Longo, all’On Gian Franco Rocelli, al sottoscritto  e a tanti altri amici veneziani, che aveva come leader nazionale Carlo Donat Cattin, al quale restammo fedeli sino e anche dopo la sua prematura scomparsa.

Spiace che il collega Sperandio de “ Il gazzettino” abbia nel suo, peraltro apprezzato articolo, errato su alcuni riferimenti e reiterato l’accostamento tra fine della DC e della prima Repubblica con tangentopoli.  Ribadito, come anche ben evidenziato da Sperandio e nello stesso ricordo dell’On Mario Rigo riportato nell’articolo citato, l’assoluta onestà e rettitudine con cui Piero Coppola seppe testimoniare il suo impegno politico e amministrativo, sempre improntato alla ricerca disinteressata del bene comune, al fine di superare quella fuorviante “damnatio memoriae” che da sempre si accompagna nel ricordo della DC, mi permetto di formulare alcune delle ragioni che sono state alla base della fine politica della Democrazia Cristiana:

la DC è finita per aver raggiunto il suo scopo sociale: la fine dei totalitarismi di destra e di sinistra contro cui si era battuto il movimento dei cattolici in un secolo di storia;

la DC è finita per il venir meno di molte delle ragioni ideali che ne avevano determinato l’origine, sopraffatta dai particolarismi egoistici di alcuni che, con i loro deteriori comportamenti, hanno coinvolto nel baratro un’intera esperienza politica;

la DC è finita per il combinato disposto mediatico giudiziario che l’ha travolta insieme agli altri partiti democratici e di governo della Prima Repubblica;

la DC è finita quando sciaguratamente scelse la strada del maggioritario, per l’iniziativa improvvida di Mariotto Segni, auspice De Mita in odio a Craxi e Forlani, abbandonando il tradizionale sistema proporzionale che le garantiva il ruolo centrale dello schieramento politico italiano.

E, soprattutto, ed è la cosa più grave e incomprensibile, la DC è finita senza combattere. Con una parte, quella anticomunista, messa alla gogna giudiziaria, e quella di sinistra demitiana succube e imbelle alla mercé dei ricatti della sinistra giustizialista.

Aggiungo che “la DC è finita e nessuno sarà più in grado di rifondarla”, consapevole che la nostalgia, nobile sentimento romantico, ma regressivo sul piano politico, culturale ed esistenziale, può rappresentare un fattore servente, forse necessario, ma, certo,  non sufficiente per ricostruire alcunché.

Una sentenza a sezioni civile riunite della Cassazione (n.25999 del 23 dicembre 2010) ha sancito che la DC  non è mai morta, il de cuius non esiste perché non è defunto e non c’è alcun erede universale o particolare del partito dello scudocrociato. Esso andava chiuso solo dai legittimi detentori di quel potere in un’associazione di fatto: gli iscritti secondo le regole del proprio statuto e quelle inerenti alle associazioni di fatto senza personalità giuridica.

 

Ecco perchè abbiamo scelto di riaprire un nuovo capitolo nella storia dei cattolici nella politica italiana, non per ambizione personale, poiché, come diceva Voltaire, siamo ben consapevoli che alla nostra età “ non possiamo che offrire dei buoni consigli, dato che non siamo nemmeno più in grado di dare dei cattivi esempi”, quanto per consegnare alle nuove generazioni il testimone di una storia politica che ha segnato una fase importante della nostra amata Repubblica. Piero Coppola di quella storia ne è stato un protagonista autorevole, coerente, di assoluta onestà e cristallino disinteresse personale.

Ettore Bonalberti

già Consigliere nazionale della DC

 

 

 

 


 
Email:
Password:
 
            
Vuoi commentare gli articoli? Inserisci la tua email e richiedi la tua password premendo sul tasto "registrati"
 
 
    
Alcuni movimenti politici e associazioni stanno tentando di ricomporre su basi innovative l'area dei democratici cristiani e dei popolari, Ritieni la cosa positiva?
 
SI
NO
 
       












Partners
 
 
 
 
 


Dir.Resp.: Ettore Bonalberti - Coordinatore Blog: Giorgio Zabeo
Redazione e amministrazione: C.so del Popolo, 29 - 30172 Mestre (Venezia) - tel. e fax 041/978232 - Email: info@insiemeweb.net
©2008 Associazione Insieme - powered by Enforma Solutions - based on en-press engine - Privacy Policy