Testimonianze a favore del No
Postato da admin [04/08/2016 12:48]

 La scelta a favore del NO al prossimo referendum  costituzionale in un articolo dell’On Antonio Zanforlin, presidente dell’”Associazione Amici del sen. Antonio Bisaglia di Rovigo” e storico segretario della DC polesana.

 

Al referendum è meglio votare NO per il collegamento che c’è fra la riforma  Renzi-Boschi-Verdini e la legge elettorale ( Italicum).

 

La legge elettorale assegna un premio di maggioranza ( 340 seggi su 639, cioè il 54%) alla lista vincitrice al primo turno se ottiene almeno il 40% dei voti; se non ottiene il 40%, vanno al ballottaggio le prime due liste senza soglia minima.

 

La trasformazione dei voti in seggi avviene sulla base di voti espresi al primo turno. E’ il ballottaggio che legittima l’attribuzione del premio di maggioranza.

 

A questo punto vorrei che mi si spiegasse la differenza che c’è fra l’Italicum di Renzi e la legge fascista del ’23 Acerbo, per la quale la lista che prendeva un voto in più ancorché minoranza aveva la maggioranza assoluta alla Camera dei Deputati.

 

Per me nessuna; anche questo è un motivo per il quale voterò e farò votare NO al referendum.

Ricordo che la cosiddetta “ Legge truffa” del ’53 prevedeva un premio di 5 punti (350 seggi, pari al 65%) a quel raggruppamento di liste che avesse conseguito la maggioranza assoluta dei consensi. Per De Gasperi, quel correttivo avrebbe consentito la tutela del sistema democratico con la governabilità: in sette anni, dal 1945-46 al 1953, si erano avuti ben 8 governi. Altri tempi!

 

Fortunatamente la mia generazione era cresciuta “ a pane e politica” per essere dei  “cattolici democratici robusti”, con una formazione culturale adeguata ai tempi.

 

Oggi serve un colpo d’ala, la capacità di rimettere in sintonia il paese legale con quello reale, soprattutto di questi tempi per aiutare il Paese a uscire dalla crisi morale, etica, economica ed occupazionale che la attanaglia, con tante famiglie che non ce la fanno più ad arrivare alla fine del mese.

 

Chi ama il nostro Paese e la democrazia non può chiamarsi fuori!

 

On Antonio Zanforlin

Rovigo- Agosto 2016

 

 

 

 


 
Email:
Password:
 
            
Vuoi commentare gli articoli? Inserisci la tua email e richiedi la tua password premendo sul tasto "registrati"
 
 
    
Alcuni movimenti politici e associazioni stanno tentando di ricomporre su basi innovative l'area dei democratici cristiani e dei popolari, Ritieni la cosa positiva?
 
SI
NO
 
       












Partners
 
 
 
 
 


Dir.Resp.: Ettore Bonalberti - Coordinatore Blog: Giorgio Zabeo
Redazione e amministrazione: C.so del Popolo, 29 - 30172 Mestre (Venezia) - tel. e fax 041/978232 - Email: info@insiemeweb.net
©2008 Associazione Insieme - powered by Enforma Solutions - based on en-press engine - Privacy Policy