Teoria Keynesiana
Postato da admin [01/01/2014 18:22]


Come avevamo in precedenza annunciato, la redazione del BLOG INSIEME, in questo nuovo anno vuole pubblicare una serie di video culturali. Quello di oggi riguarda l'economia e pi¨ precisamente  la teoria keynesiana.

(Da Wikipedia, l'enciclopedia libera) John Maynard Keynes, primo Barone Keynes di Tilton[1] (/ˈkeɪnz/; Cambridge, 5 giugno 1883 - Firle, 21 aprile 1946), Ŕ stato un economista britannico, padre della macroeconomia e considerato uno dei pi¨ grandi economisti del XX secolo.

I suoi contributi alla teoria economica hanno dato origine a quella che Ŕ stata definita "rivoluzione keynesiana". In contrasto con la teoria economica neoclassica, ha sostenuto la necessitÓ dell'intervento pubblico statale nell'economia con misure di politica di bilancio e monetaria, qualora una insufficiente domanda aggregata non riesca a garantire la piena occupazione.

Le sue idee sono state sviluppate e formalizzate nel dopoguerra dagli economisti della scuola keynesiana. A quest'ultima viene spesso contrapposta la scuola monetarista, che si origin˛ nel dopoguerra dalle teorie di Milton Friedman.

 

(Da Wikipedia, l'enciclopedia libera) - Economia Keynesiana - Keynes ha spostato l'attenzione dell'economia dalla produzione di beni alla domanda, osservando come in talune circostanze la domanda aggregata Ŕ insufficiente a garantire la piena occupazione. Di qui la necessitÓ di un intervento pubblico di sostegno alla domanda, nella consapevolezza che altrimenti il prezzo da pagare Ŕ un'eccessiva disoccupazione e che nei periodi di crisi, quando la domanda diminuisce, Ŕ assai probabile che le reazioni degli operatori economici al calo della domanda producano le condizioni per ulteriori diminuzioni della domanda aggregata. Da qui la necessitÓ di un intervento da parte dello Stato per incrementare la domanda globale anche in condizioni di deficit pubblico (deficit spending), che a sua volta determina un aumento dei consumi, degli investimenti e dell'occupazione.

Questa teoria si oppone alle conclusioni della cosiddetta economia classica, sostenitrice della capacitÓ del mercato di riequilibrare domanda e offerta grazie alla legge di Say.

Un particolare aspetto di questa dottrina economica Ŕ il keynesismo militare che teorizza un aumento della produzione industriale a scopi militari come fattore di sviluppo economico.

 


 
Email:
Password:
 
            
Vuoi commentare gli articoli? Inserisci la tua email e richiedi la tua password premendo sul tasto "registrati"
 
 
    
Alcuni movimenti politici e associazioni stanno tentando di ricomporre su basi innovative l'area dei democratici cristiani e dei popolari, Ritieni la cosa positiva?
 
SI
NO
 
       












Partners
 
 
 
 
 


Dir.Resp.: Ettore Bonalberti - Coordinatore Blog: Giorgio Zabeo
Redazione e amministrazione: C.so del Popolo, 29 - 30172 Mestre (Venezia) - tel. e fax 041/978232 - Email: info@insiemeweb.net
©2008 Associazione Insieme - powered by Enforma Solutions - based on en-press engine - Privacy Policy