E' MORTO GIULIO ANDREOTTI
Postato da admin [07/05/2013 23:59]


" Con lui scompare uno dei più significativi esponenti della nostra storia e del movimento  cattolico democratico italiano".

Così, Gianni Fontana, segretario della Democrazia Cristiana, ha ricordato la scomparsa di Giulio Andreotti, con il quale, tra l'altro,  ha personalmente vissuto tante esperienze di partito e di Governo.

Secondo Fontana, Andreotti è stato uno di quei politici italiani che meglio hanno  saputo rimanere collegati alle proprie origini, istintivamente democratiche e popolari, ed al proprio mondo, mai ripudiato nel corso della sua lunga attività, a partire dal periodo del fascismo da cui si tenne distante e disincantato.

Andreotti, come tanti cattolici di allora, preferì frequentare Giovanni Montini  e  tanti giovani universitari cristiani, riuniti nella Fuci, tra cui Aldo Moro, prima di diventare il principale collaboratore, anche al Governo, di Alcide De Gasperi.

Andreotti, infatti, - ha aggiunto Fontana- è stato uomo di partito ma anche, profondamente, uomo di Stato. Come ha dimostrato, pure sul piano internazionale, nel corso dei suoi lunghi impegni ministeriali, sempre caratterizzati da realismo e concretezza.

Ha vissuto intensamente la sua passione politica, il suo senso del dovere verso la collettività e lo Stato, senza mai dimenticare il rapporto pressoché quotidiano con la gente della sua terra e senza perdere la visione dell'insieme del quadro politico nazionale ed internazionale.

Noi sappiamo- ha aggiunto Gianni Fontana- quanto Andreotti ha sofferto per la rappresentazione che è stata fatta della sua immagine per puri fini di speculazione politica di parte.  Una rappresentazione che non gli apparteneva.

Da Andreotti, infine,- ha concluso Fontana- è venuta una grande lezione anche dell'appassionata difesa della propria onorabilità sostenuta nei tribunali,  e non al di fuori di essi, convinto che nessuno possa  e debba sottrarsi alla giustizia, per quanto questo si riveli  pesante e doloroso".

 
Vota l'articolo:                    Media dei voti:                  Votanti: 0  Commenti: 1
 
Postato da [07/05/2013 23:59]
Ho sentito il commento di Macaluso della vita politica di Andretti e in particolare del rapporto con la mafia. Sul primo punto contesto che Andreotti sia tutta la DC. Sara' stato un uomo importante ma la DC era molto altro. Sul secondo, non e' accettabile assolutamente dire di una sostanziale rapporto della DC con la mafia e che si sarebbe rotto solo di fronte allo stragismo mafioso. Il rapporto con la prima mafia fu ereditato dalla stessa politica USA per lo sbarco in Sicilia e la DC ruppe gia' con la riforma agraria e poi con la lotta al banditismo. Ne' De Gasperi ne' Scelba possono essere messi sul banco degli imputati. La seconda mafia, quella della droga, fu certamente favorita da nuovi giri internazionali e fu combattuta. Basterebbe ricordare che anche sul delitto Mattei c'e l'ombra della mafia. Quella degli appalti riusci ad infilarsi nei gangli del potere, non di meno di quel che accade oggi. E la DC ha avuto i suoi morti da Mattarella a Nicolosi. Insomma non si puo' lasciare dire solo agli oppositori di allora, sia pure seri come Macaluso, ed ai vincitori del dopo. Danilo Bertoli
 
Aggiungi un commento
 
Email (*)

Commento



(*) L'indirizzo email è obbligatorio per gli utenti non loggati nel sistema.
L'inserimento del commento comporta l'iscrizione a questo blog ed il commento verrà pubblicato solo una volta accettate le condizioni presenti nell'email di conferma spedita automaticamente dal sistema.


 
Email:
Password:
 
            
Vuoi commentare gli articoli? Inserisci la tua email e richiedi la tua password premendo sul tasto "registrati"
 
 
    
Alcuni movimenti politici e associazioni stanno tentando di ricomporre su basi innovative l'area dei democratici cristiani e dei popolari, Ritieni la cosa positiva?
 
SI
NO
 
       












Partners
 
 
 
 
 


Dir.Resp.: Ettore Bonalberti - Coordinatore Blog: Giorgio Zabeo
Redazione e amministrazione: C.so del Popolo, 29 - 30172 Mestre (Venezia) - tel. e fax 041/978232 - Email: info@insiemeweb.net
©2008 Associazione Insieme - powered by Enforma Solutions - based on en-press engine - Privacy Policy