Postato da admin [22/02/2013 15:42]


22.02.2013

Passi per gli inopportuni interventi della Merkel sulle elezioni italiane , ma che alla kanzerlein si aggiunga anche quel  Kapò di Schulz è una vergogna di un'Europa a egemonia teutonica sempre più allo sbando.

Speriamo che accada a Monti quanto successe a Sarkozy anche lui baciato in  fronte da frau Merkel....... prima del tracollo.

 

21.02.2013

Merkel è interessata al voto italiano? SI, ipotizza Monti che della Merkel ha avuto più di un endorsement, sino a dichiarare che la kanzlerin non sarebbe contenta di un governo a guida Bersani. NO, ha immediatamente replicato il portavoce della cancelliera tedesca. Chi ha ragione? Basta ascoltare l'intervento del deputato liberale inglese Nigel Farage pubblicato in prima pagina del blog per avere contezza di una verità nascosta da quasi tutti i media italiani

 

21.02.2013

Il dr Ingroia deve aver confuso il Parlamento cui aspira di far parte con un aula di tribunale. Prima con il suo movimento denuncia alla procura di Roma il Cavaliere per la sua promessa di restituire agli italiani  l'IMU per la prima casa e, adesso, dopo l'offerta di ieri di Bersani di annullare i ticket specialistici cosa fa? Denuncia pure il leader del PD?

Sveglia Ingoria chè la politica sarà sempre lo strumento con cui far prevalere il giusto mix di interessi e di valori. Ne sa qualcosa il suo amico Di Pietro, più esperto di valori.......quelli bollati e non alieno agli interessi di bottega.

 

21.02.2013

Immaginiamoci Grillo, non eletto al Parlamento, ma forte di una nutrita schiera di deputati e senatori, in udienza dal Capo dello Stato per le consultazioni relative alla formazione del nuovo governo. Si presenterà in giacca e cravatta o col suo giaccone elettorale? Rilascerà dichiarazioni alla TV o lancerà il suo rituale "vaffa..." E se fosse chiamato a guidare il governo cosa proporrà agli italiani? Il grammelot padano di Dario FO o gli sproloqui milionari di Celentano?= Nessun virus nel messaggio in arrivo.

 

19.02.2013

Il professore senatore Monti si è  detto oggi disponibile anche alle grandi intese post elezioni. Avvilito dai sondaggi che lo danno molto al di sotto delle quote (14-15%) ritenute cifra di  un  dignitoso risultato, egli sembra disponibile a tutto, terrorizzato anche dalla resurrezione di Romano Prodi, anche lui in fila per il Quirinale.

Povero Monti ! Aveva avuto l'opportunità di ricostruire sotto la sua guida il centro-destra italiano e la possibilità di dar vita alla sezione italiana del PPE. Ha preferito il sostegno dello screditato duo bolognese  di Fini e Casini esibendo una grande dose di maleducazione anche verso la Democrazia Cristiana del XIX Congresso.

Possibile che qualche persona, già beneficiata del laticlavio a vita, debba ritenersi assolutamente indispensabile? Il buon albero si rivela dai frutti e, ahimè, quelli prodotti dal governo Monti sono assolutamente amari e indigesti alla stragrande maggioranza degli italiani. E se non sarà più al governo se ne faranno una ragione.

 

 

17.02.2013

Come Prodi ( bonario fuori vendicativo dentro) peggio di Prodi, ché almeno lui ricordava Balanzone, l'ex preside della Bocconi ogni giorno di più scade nel linguaggio da lupanare. Un senatore a vita aspirante alla Presidenza della Repubblica, per testimonianza diretta dell'ingenua Vezzali, è assai difficile che possa giungere al supremo colle liquidando, come lui ha fatto nei giorni scorsi, i suoi avversari politici come "cialtroni". Sarà meglio che l'Economist con i soci coperti della Bilderberg, Trilater and C. puntino rapidamente su qualche più presentabile outsider......=

 

15.02.2013 

Se anche il Presidente della Repubblica Napolitano, dopo l'endorsement di Obama e della Merkel,  scende in campo a sostegno del prof e sen Monti vuol dire che:

1) il Presidente ha assunto una funzione assolutamente impropria e non prevista dalla Costituzione

2) la situazione elettorale per il  Prof e sen Monti non è poi delle più tranquille. E cosa si aspettava il bocconiano dal sostegno di quei due di Bologna ormai groggy e senza più alcuna credibilità politica?

 

15.02.2013

Gli inquirenti degli anni'90, Di Pietro in testa, con il teorema del "non poteva non sapere", incriminarono il povero e onesto Severino Citaristi e Arnaldo Forlani.

Oggi, i nuovi inquirenti, utilizzeranno lo stesso teorema nel pasticciaccio brutto del Monte dei Paschi, o come con "gabbietta Greganti " si limiteranno ai vertici della Banca, Baldassarri, Vigni e quel Mussari, oggetto in mattinata  della gogna con le monetine dei contestatori senesi ?

Vuoi vedere che quei puri del PCI,PDS,DS,PD non hanno mai saputo niente allora e ancora stavolta continuano a non sapere.......=

 

15.02.2013

Bravo anche il professore e senatore Monti a ergersi a paladino delle mani pulite. " E' tornata tangentopoli", ha dichiarato con assoluta sicumera professorale. Lui che, da quando si è laureato è praticamente da sempre uno dei consigliori privilegiati di quegli eleganti "ladri in guanti bianchi" dei banchieri, responsabili di quelle miliardate di euro dei derivati in giro per il mondo, solo adesso alcuni dei quali colti nelle mani del sacco ( e che sacco! Il sacco di Siena!) davvero non si era mai accorto di quei furbetti del quartierone?

 

15.02.2013

"Basta tangenti, basta Berlusconi" ha tuonato ieri Bersani  dimentico del suo ex segretario Penati, del sen Tedesco in Puglia e dei molti altri casi in cui sono implicati esponenti del PD.

Quanto alle tangenti, da Greganti in poi, possibile che i dirigenti del PCI,PDS,DS e del PD sono sempre gli unici a non sapere?

Resta il fatto che molti dei magistrati inquisitori, prima o dopo, finiscono sempre in politica, candidati nelle liste di quel partito quando non se ne  inventano uno in proprio....=

 

15.02.2013

ENI e Finmeccanica sono i forzieri pubblici della nostra economia, ultimi eredi di quella grande intuizione che rese grande l'economia italiana delle partecipazioni statali.

Ora sono sotto attacco della magistratura per reati che, in materia di compravendita di gas e petrolio e di armi, assumono configurazioni assai diverse nei vari Paesi con i quali le due società operano. Possibile che dopo l'ILVA di Taranto si tenti di mettere a rischio anche gli ultimi tesori della Repubblica? Suonano lugubri gli endorsement verso Monti dei giornali anglosassoni, del governo tedesco e di Barack Obama.

 

 

14.02.2013

Gianfranco Fini, che ricorda  il  " Sandrone"  dei burattini emiliani sempre legnato dal più furbo "Fasulein", ha una bella faccia di bronzo: prima spergiura che quella casa di  Montecarlo non è nella disponibilità di suo cognato; poi. che se fosse stato provata tale circostanza, come è avvenuto, si sarebbe dimesso dalla presidenza della Camera. E, oggi, al Corriere.it dichiara con una faccia di bronzo senza ritegno: "Non mi sono dimesso per non mettere l'Istituzione da me presieduta alla prova".

Ma un tale personaggio non sarebbe ora che andasse a lavorare?=

 

14.02.2013

Incriminato Scaroni (ENI), arrestato Orsi (Finmeccanica), condannato Fitto, depositati gli atti su Formigoni e rinviato a giudizio il sen Tedesco (scandalo sanità Puglia), condannato Pollari ( SISMI complice della CIA nel caso Abu Omar), non parliamo dei molti deputati, senatori e consiglieri regionali indagati,   incriminati, rinviati a giudizio e condannati. E sullo sfondo......molto sullo sfondo, con quasi tutti i responsabili ancora a piede libero, lo scandalo bancario italiano più grande di tutti i tempi: quello del Monte dei Paschi di Siena.

L'immagine che si ha a dieci giorni dalle prossime elezioni è quella di un potere legislativo ed esecutivo con tutte le diverse aziende collegate più prossimi all'associazione a delinquere che di istituzioni espressive della nostra democrazia. Vuoi vedere che solo il terzo potere, peraltro già largamente rappresentato nei primi due e sempre alla ricerca di visibilità e di consenso, è l'unico potere candido come una colomba in Italia?

 

12.02.2013

Papa Ratzinger si è dimesso. Ora attenzione ai corvi laicisti e anche a quelli di certe sacrestie di nostra conoscenza che sperano in una Chiesa più accomodante con le derive relativistiche del mondo.Noi crediamo nello Spirito Santo che ancora una volta saprà offrire alla Chiesa la giusta guida barca di San Pietro=

 

11.02.2013

Monti accusa il Cavaliere di " comprare i voti con i soldi degli italiani". Sì con quelli che il suo governo ha tolto loro con l'IMU.

Dall'ex rettore della Bocconi ci aspettavamo più stile, invece molte frasi indecenti contro  Berlusconi e l'accusa di "infantilismo" alle tesi di Bersani sul recente accordo UE.=

 

09.02.2013

QUEL VERDINI EX COMMERCIANTE DI CARNI NON E' MAI STATO AI NOSTRI OCCHI   UN BELVEDERE. TENTARE, TUTTAVIA,  DI COINVOLGERLO NELLE VICENDE DEL MONTE DEI PASCHI  DI SIENA, QUASI A SOSTENERE CHE ERANO TUTTI NELLA TORTA CI SEMBRA MISEREVOLE. AL MASSIMO CHIEDEVA A MUSSARI QUALCHE AIUTINO, MA IL MESTOLO ERA SEMPRE BEN STRETTO NELLLE MANI DEGLI UOMINI DEL PD.

 

 

08.02.2013

Si dice PD, evocando il ruolo del PCI,PDS,DS nel controllo della finanza rossa senese. Si dovrebbe però esaminare meglio il ruolo di due civil servant sempre sulla cresta dell'onda, come Franco Bassanini e Giuliano Amato che sul MPS qualche influenza hanno avuto nelle vicende che stanno all'origine dell'attuale tracollo.

E Mario Monti, all'epoca dell'affare MPS-Antonveneta, consulente della Goldman Sachs con Merryl Lynch e City Group advisor nell'operazione di aumento di capitale di MPS non ne sapeva nulla? E dire che questi personaggi e i loro partiti di riferimento si dicono vicini ai bisogni della povera gente!=

 

07.02.2013

La stampa dà notizia da diversi mesi che il dr Profumo, ora presidente del Monte dei Paschi di Siena, è stato rinviato a giudizio con l'accusa di frode fiscale per la bella cifra di 245 milioni di euro. 

Un tempo i ministri della prima repubblica anche solo indagati si dovevano dimettere dai loro incarichi. Ora, invece, i rinviati a giudizio come Mr Profumo  restano senza pudore alla guida di quel disgraziato tempio della finanza del MPS.

 

06.02.2013

Si voleva la separazione delle carriere dei magistrati. Loro, sempre contrari, hanno deciso invece di unificarsi in un partito, quello di Ingroia, Di Pietro e De Magistris......Qualcun altro, come il procuratore generale antimafia, Grasso, ha preferito accasarsi nel PD. 

E poi dicono che il Cavaliere vaneggia nel parlare di "toghe rosse".

 

05.02.2013

Berlusconi promette la restituzione dell'IMU e la soppressione della stessa per la prima casa.Gli italiani sono contenti. Monti e Bersani l'accusano, il primo  di fare come il vecchio Achille Lauro e il secondo di raccontar balle.

Passi per Bersani, dedito alle filastrocche, ma che il senatore bocconiano giungesse a blaterare di tentativo di corruzione da parte di un avversario politico non ce l'aspettavamo. Di colpo dal laticlavio al costume di bassa macelleria.

E, intanto, la Svizzera si dice pronta all'accordo e il sottosegretario al tesoro del governo Monti, Gianfranco Polillo, dice che l'operazione è possibile.

Anche Renzi dichiara la fattibilità della promessa. Ora spetta agli italiani decidere.=

 

05.02.2013

Prima Penati e il sistema Sesto San Giovanni, poi il caso MPS con Mussari ancora a piede libero e ieri il sen Tedesco rinviato a giudizio con l'accusa di associazione a delinquere, corruzione, abuso di ufficio e concussione nell'inchiesta sulla sanità pugliese. C'è sempre di mezzo "l'associazione a delinquere",  ma per Bersani " Il PD è il PD e le banche sono le banche" salvo il ruolo di qualche altro personaggio diessino non proprio minore......

 

04.02.2013

Se la sinistra per ricevere il consenso degli italiani deve avere il support del "Kapo Schulz" vuol dire che sono proprio alla frutta. E Monti, che doveva favorire la nascita della sezione italiana del PPE, farà da stampella a questo caravanserraglio? Con gli zombies Casini e Fini e la benedizione di Sculz non andrà lontano anche perchè  gli italiani dei tedeschi alla Sculz e del duo comico di Bologna hanno una memoria lunga.....=

 

04.02.2013

Mario Monti cerca di rendersi credibile rispetto al Cavaliere. Peccato che in squadra con lui ci sono i due zombies della politica italiana, Fini e Casini che sono stati gli artefici più diretti dei fallimenti berlusconiani, rispetto ai quali, comunque, quello gestito dal senatore a vita bocconiano in soli quattordici mesi assume i caratteri della bancarotta fraudolente a vantaggio esclusivo della Germania della kanzerlerin frau Merkel.=

 

01.02.2013

Via i banchieri dai partiti ha tuonato ieri Bersani replicando a Monti che aveva dichiarato: fuori i partiti dalle banche!

Tutti e due hanno la coda di paglia: Bersani, che nel suo PD ha come tesserati l'indagato Profumo, il silente Bazoli e l'impresentabile Mussari e Monti che, dimenticandosi il suo ruolo di consulente di importanti gruppi bancari e finanziari italiani e stranieri, ha finito col diventare ....un capo partito.

Sembra la commedia dei pupi siciliani, come quella andata in scena senza vergogna tra Ilda  Boccassini e Antonio Ingroia, due esponentii esemplari della nostra magistratura!

 

30.01.2013

1893: scandalo della Banca romana e del governo della sinistra storica. 1913: scandalo del Monte dei Paschi di Siena e del governo Monti-Bersani. Giolitti accusato di aver intascato qualche tangente preferì la fuga in Svizzera al terrore delle carceri italiane. Qualcuno nel PD dovrebbe cominciare a pensarci......

 

30.01.2013

Il MInistro Grilli ieri alle commissioni riunite di Camera e Senato sul caso Monte dei Paschi di Siena: "! Il sistema è solido", forse voleva dire:  il sistema è il solito: un immondezzaio fumante.  Non a caso il PM di Siena, Tito Salerno, ha parlato di una "situazione esplosiva".

E Casini? Ha iniziato il suo nuovo ruolo di mosca cocchiera del letamaio: reggere il bordone al PD di Bersani.=

 

29.01.2013

Se un cittadino normale trasferisce all'estero una somma superiore a 5000 € è subito sottoposto a vigilanza. Quei furbacchioni del Monte dei Paschi nel giro di qualche mese, nel 2008,   hanno trasferito all'estero  qualcosa come 17 miliardi di euro e nessuno all'ufficio cambi di Banca d'Italia se ne era accorto?

 

24.01.2013

Come cambiano i tempi.

I campioni della DC per lo sviluppo dell'Italia furono uomini del valore di Enrico Mattei, Ezio Vanoni, Pasquale Saraceno, quelli del PCI, PDS, DS, Margherita, PD si chiamano: Consorte, Penati, Mussari e altri rossi minori......=

 

24.01.2013

Casini vuole andare a presiedere il Senato. A Bologna i vecchi amici della DC lo definivano così: "una bottiglia di "Old Napoleon piena di acqua gassata". Insomma una bella etichetta su una bottiglia con poco valore.... Ma mai che si decidesse ad andare a lavorare una volta nella sua vita ?

 

23.01.2013

Casini e Fini paladini della famiglia? 

Sì delle loro famiglie e di quelle dei loro amici e parenti inseriti nelle liste per le elezioni politiche. E che dire di quei cardinali e vescovi con quel catto comunista di Tarquinio amico della Bindi, direttore del quotidiano cattolico "Avvenire", che ne avevano sponsorizzato l'alleanza con Monti? Meglio stendere un velo pietoso e attendere il responso delle urne.

 

23.01.2013

L'On Pierluigi Bersani in una trasmissione televisiva ha rivendicato ieri il merito del PD nell'aver completato le liste dieci giorni prima degli altri, sulla base di un codice etico interno e "senza interrogativi".

Rimane sempre sullo sfondo questo interrogativo sin qui senza risposta: ma che ci faceva quel gentiluomo  del  Maestro Filippo Penati a capo della segreteria dell'On Bersani e che rapporti sono incorsi tra il "Sistema Sesto San Giovanni"  le Coop rosse  e il PD? 

Forlani, a suo tempo, "non poteva non sapere" e finì ai  domiciliari e ai servizi sociali, i segretari del PCI prima, del PDS,DS sino all'attuale del PD, invece non sanno mai nulla di quello accade attorno a loro...... Distratti loro o sbadati i magistrati inquirenti?

 

23.01.2013

Ieri il prof Monti ha sgridato sia il Cavaliere che Bersani accusandoli di guidare due coalizioni incapaci di offrire governabilità al Paese a causa delle ali estreme che li condizionano: la Lega da una parte, SEL e CGIL dall'altra. 

Lui invece garantisce che con il duo comico bolognese Fagiolino-Sandrone (alias  Casini-Fini ) il governo è assicurato: sì nel teatrino dei burattini.

 

 

Buona notizia: Giuseppe  Mussari si è dimesso da presidente dell'ABI !  Un presidente dell'associazione delle banche italiane la cui gestione del Monte dei Paschi di Siena (la più antica banca del mondo) ha segnato perdite per, 3,9 miliardi di euro! L'intero importo dell'IMU ( 4 miliardi di €) pagato dagli italiani per ripianare senza contropartite quel debito spaventoso. 

Possibile che la Magistratura così sollecita quando sono in gioco esponenti del centro-destra si dimostri tanto indolente al limite della paralisi quando si tratta di vederci chiaro nelle vicende dei rossi senesi.... e non solo? 

 

E' scoppiato lo scandalo Monte dei Paschi di Siena di cui le dimissioni di Mussari sono solo l'inizio di una deflagrazione che si preannuncia devastante.

Bersani intervistato dai giornalisti se l'è cavata dicendo: " Le Banche fanno le Banche, il PD fa il PD".

Una domanda: e gli amministratori del MPS chi li ha nominati? Dicono niente i nomi dei politici PD di Siena e dei loro padrini politici senesi e romani?

Silente sul caso Penati ora Bersani, candidato a futuro presidente del Consiglio, fa il verso delle tre scimmiette: non vede, non sente, non parla.

In quell'antica Banca senese, "la Banca rossa" per antonomasia, l'egemonia del PCI prima, poi DS, Margherita e PD è stata sempre assoluta, sino a tradursi in un autentico dominio esercitato su strategie, affari e alleanze.

Non si ricorda Bersani della Banca 121 del Salento  e del fallimento dell'Antonveneta? Potrebbe chiedere qualche notizia al suo compagno D'Alema e intanto sperare che Monti non affondi, considerato il buon servizio sin qui reso per salvare una Banca che secondo le più elementari valutazioni economiche e finanziarie sarebbe già decotta.

 

Ieri Monti a Davos ha dichiarato:" sono sceso in campo per difendere gli italiani".  Questi ultimi,però, ridotti in braghe di tela, pensano che lo abbia fatto soprattutto per salvare le banche.=

 
Vota l'articolo:                    Media dei voti:                  Votanti: 5  Commenti: 0
 
Postato da [22/02/2013 15:42]

 
Aggiungi un commento
 
Email (*)

Commento



(*) L'indirizzo email è obbligatorio per gli utenti non loggati nel sistema.
L'inserimento del commento comporta l'iscrizione a questo blog ed il commento verrà pubblicato solo una volta accettate le condizioni presenti nell'email di conferma spedita automaticamente dal sistema.


 
Email:
Password:
 
            
Vuoi commentare gli articoli? Inserisci la tua email e richiedi la tua password premendo sul tasto "registrati"
 
 
    
Alcuni movimenti politici e associazioni stanno tentando di ricomporre su basi innovative l'area dei democratici cristiani e dei popolari, Ritieni la cosa positiva?
 
SI
NO
 
       












Partners
 
 
 
 
 


Dir.Resp.: Ettore Bonalberti - Coordinatore Blog: Giorgio Zabeo
Redazione e amministrazione: C.so del Popolo, 29 - 30172 Mestre (Venezia) - tel. e fax 041/978232 - Email: info@insiemeweb.net
©2008 Associazione Insieme - powered by Enforma Solutions - based on en-press engine - Privacy Policy