Quei tre commedianti di Bologna
Postato da admin [20/12/2012 22:28]

Sembrava ben tracciato lo spartito del professor Monti dopo la recente riunione del direttivo del Partito Popolare Europeo: tentare di costruire la sezione italiana del PPE in Italia dopo il fallimento dell'esperienza del Cavaliere.

 

Un progetto per il quale la DC italiana, partito mai sciolto e rilanciato dal XIX Congresso nazionale celebrato a Roma il 10 e 11 Novembre scorsi, era ed è fortemente interessata in qualità di socio fondatore del PPE e dell'Internazionale democristiana.

 

Mercoledì scorso a Palazzo Chigi è avvenuto, tuttavia, un incontro del Presidente Mario Monti con il trio bolognese che contiene non pochi elementi contraddittori e distonici rispetto all'obiettivo di cui sopra.

 

Lo spartito programmato sembra svolgersi, infatti, secondo i canoni della commedia dell'arte con libera interpretazione affidata ai tre commedianti bolognesi, due dei quali lontani mille miglia dalla storia e dall'esperienza dei popolari e dei democratici cristiani europei.

 

Al duo delle maschere di Fagiolino-Sandrone ( alias Casini-Fini) il ruolo del Sior Tentenna è affidato  all'eterno indeciso Luca Cordero di Montezemolo.

 

Il mio amico Sancho Panza mi ha chiesto, non senza malizia tolediana, quale lavoro avessero mai fatto quelli di quel trio a sostegno della riconferma a capo del governo di Mario Monti, prima del loro impegno politico.

 

Ho trovato qualche difficoltà a rispondere, non avendo notizia di impegni di lavoro o professionali concreti, almeno del duo Casini-Fini, prima dell'entrata in politica. Di loro è nota solo la lunga permanenza sugli scranni bassi e alti di Montecitorio, questi ultimi occupati per grazia dell'odiato Cavaliere di Arcore, ripagato dai fedifraghi con il tradimento e l'abbandono e da sempre impegnati alla personale sopravvivenza politica e a scenari futuri sempre più elevati, magari quelli del supremo Colle.

 

Quanto all'appassito virgulto coltivato in casa Agnelli, dall'ingloriosa esperienza dei mondiali di calcio italiani a quella più recente ferroviaria  di "Italo", è assai nota la sola sua presidenza della Ferrari, l'unica "Rossa" cara a tutti gli italiani.

 

Insomma, se si eccettua Fagiolino-Casini, prodotto tra i più riusciti, almeno sul piano della furbizia e della tattica, della premiata forneria democristiana, nessuno degli altri due commedianti possiede un pedigree compatibile con il progetto costruttivo del PPE in Italia.

 

Patetica, poi, la figura del Sandrone bolognese che, da delfino designato dall'onesto e intelligente Almirante a zigzagante interprete di tutte le politiche, sino all'ultima assai poco credibile capriola in equivoca versione popolare, si è ridotto a elemosinare un posto sicuro per lui e  l'accolito  Bocchino, nella lista pout pourri del Fagiolino sempre in piedi.

 

Crediamo che con questa mal combinata compagnia di giro sarà dura per il professore superare l'asticella del 20% imposta dal porcellum.

 

Ecco perché ai miei amici democristiani, a questo punto, si impone, innanzi tutto,  di ingiungere all'equivoco Casini l'impedimento ad usare  illegittimamente lo storico simbolo scudocrociato, appartenente a pieno ed esclusivo titolo alla DC storica, partito mai sciolto come da sentenza della Cassazione.

 

Inoltre servirà una seria riflessione onde evitare che l'area dei popolari e liberali italiani non si trovi senza rappresentanza tra la  Scilla del Cavaliere, in drammatica distruttiva deriva, e la Cariddi del trio  dei commedianti bolognesi occhieggiante verso la sinistra di Bersani.

 

Un'azione coraggiosa da parte di Alfano, Formigoni, Mauro e altri del Pdl sarebbe oltremodo auspicabile.

 

Se ciò non accadesse, sarebbe meglio attendere sulla riva del fiume il cadavere di un Parlamento senza futuro, quello che uscirà dal voto di Febbraio, e tentare di ricostruire sul territorio a livello locale il partito della speranza e una proposta credibile per la nuova Italia che la prossima inevitabile Costituente dovrà progettare.

 

Don Chisciotte

dal suo buen retiro veneziano

21Dicembre 2012

 

 

 
Vota l'articolo:                    Media dei voti:                  Votanti: 8  Commenti: 5
 
Postato da [20/12/2012 22:28]
Caro Ettore, leggo sempre con piacere le note di DON Chisciotte. Spesso con gli amici in Regione ti ricordiamo con affetto. L'occasione mi è gradita per augurare a te e alla tua famiglia un Santo Natale. Con stima, Alessandro
 
Postato da [20/12/2012 22:28]
Concordo e mi complimento per la Nota di don Chisciotte sul trio dei commedianti bolognesi. Cordialmente ti saluto. Luigino Simionato
 
Postato da [20/12/2012 22:28]
Togliamo lo Scudo crociato all'Udc, è un oltraggio vederlo in quei convegni a fianco di quelle parole o sullo sfondo di interviste lontane anni luce dalla nostra storia di democristiani europei. Ottima l idea di fare un partito sul territorio e non romano centrico. Magari dei nuovi comitati civici sullo stile Gedda. No catto comunismo dossettiano! Io ci sto. Ma prima riprendiamo lo Scudo. Con stima e amicizia Riccardo Dal Molin
 
Postato da [20/12/2012 22:28]
ho ricevuto le profonde considerazioni di "Don Chisciotte" e La ringrazio. Mi piacerebbe conoscere il giudizio del loggione e sono quindi a chiederLe autorizzazione a far partecipi i lettori del quotidiano web " L'occhio sul condominio Italia" " www.occhiosulcondominio.it L'occasione mi è particolarmente gradita per porgerLe un augurio di buon Natale ed un sereno anno nuovo. Roberto Ravelli
 
Postato da [20/12/2012 22:28]
caro ettore , NO A monti! ammazza italia! ma QUALE POPOLARE? sI alla dc MA CREDO CHE ALLA FINE SARà MEGLIO ALLEARSI CON IL cavaliere o stare a guardare : dura minga! buon natale piero fracaNZANI
 
Aggiungi un commento
 
Email (*)

Commento



(*) L'indirizzo email è obbligatorio per gli utenti non loggati nel sistema.
L'inserimento del commento comporta l'iscrizione a questo blog ed il commento verrà pubblicato solo una volta accettate le condizioni presenti nell'email di conferma spedita automaticamente dal sistema.


 
Email:
Password:
 
            
Vuoi commentare gli articoli? Inserisci la tua email e richiedi la tua password premendo sul tasto "registrati"
 
 
    
Alcuni movimenti politici e associazioni stanno tentando di ricomporre su basi innovative l'area dei democratici cristiani e dei popolari, Ritieni la cosa positiva?
 
SI
NO
 
       












Partners
 
 
 
 
 


Dir.Resp.: Ettore Bonalberti - Coordinatore Blog: Giorgio Zabeo
Redazione e amministrazione: C.so del Popolo, 29 - 30172 Mestre (Venezia) - tel. e fax 041/978232 - Email: info@insiemeweb.net
©2008 Associazione Insieme - powered by Enforma Solutions - based on en-press engine - Privacy Policy