Un pensiero di Natale da Marcello Sartori
Postato da admin [10/12/2012 19:09]

Il Re Magio con la barba

 

E' una serata veramente fredda e con la neve qui a Cologna Veneta, il 9 dicembre 2012 in piazza  di fronte al teatro. La rappresentazione del presepio vivente sta per terminare.  Da questa mattina ho un leggero tremore non capisco se a causa del freddo o per l'emozione .

 Al microfono con voce più intensa che posso, dico   " Alcuni Magi…", questo è il segnale che i tre Magi, lussuosamente vestiti e con passo calmo e imponente, attendono per entrare in scena attraversandola tutta incontrando, lungo il loro andare, pastori con le loro pecore , un' asina carica di legna, artigiani al lavoro, tessitrici. Quando posso staccare gli occhi dal copione, il mio sguardo fissa sempre l'ultimo Re Magio:  un signore con una bella barba nera, folta e lucente che procede silenzioso . E' un immigrato di carnagione scura a cui, poche ore prima, alcuni amici della Compagnia del Sipario Medievale di Verona  avevano chiesto di darci una mano.

 Mancava un Re magio, e si era trovato in lui la figura giusta. Ha accettato volentieri l'invito  e, alla sera, ha portato anche la sua bella famiglia colorata ad assistere alla rappresentazione.

 

Ogni Magio porta il suo dono, si inginocchia di fronte al bambino proprio nel momento in cui io commentavo:"oro al Re" …, e poi:"mirra all'uomo"….. Intanto pensavo fra me e me "  adesso si deve inginocchiare di fronte a Gesù, lui di un'altra religione.. forse i miei amici sono stati troppo precipitosi " ma …quando, rivolto al microfono, ho detto: … "incenso a Dio….", l'immigrato si è inginocchiato e ha donato al bambino l'incenso che teneva tra le mani.

Tutto è andato per il meglio. Riconosco che i miei pensieri sono stati sciocchi, in fondo, Gesù, il nostro Dio, è un Dio bambino indifeso, povero e umile; e persone semplici di buona volontà a qualsiasi religione appartengano non possono non amarlo.

Subito mi sono ricordato di quei insegnanti laicisti che non vogliono fare il presepe nelle scuole con la scusa di  "non offendere le altre religioni" . Mi sono ricordato del pensiero del grande cardinale Scola che proprio ieri ha, finalmente, affermato che il "laicismo" ( che non è il pensiero laico ma una precisa ideologia anticristiana) è un vero pericolo per la democrazia.

Con tutti questi pensieri quando ho augurato a tutti i presenti  "Buon Natale a tutti voi !, e che Dio ci benedica !" in cuor mio ho augurato Buon Natale anche a quei laicisti pieni di rabbia verso Dio perché, in fondo, sono solo poveri " acefali e ipovedenti" e Dio, che vuole bene a tutti, vuol bene anche a loro.

 

Buon Natale

Marcello Sartori

 

 
Vota l'articolo:                    Media dei voti:                  Votanti: 4  Commenti: 0
 
Postato da [10/12/2012 19:09]

 
Aggiungi un commento
 
Email (*)

Commento



(*) L'indirizzo email è obbligatorio per gli utenti non loggati nel sistema.
L'inserimento del commento comporta l'iscrizione a questo blog ed il commento verrà pubblicato solo una volta accettate le condizioni presenti nell'email di conferma spedita automaticamente dal sistema.


 
Email:
Password:
 
            
Vuoi commentare gli articoli? Inserisci la tua email e richiedi la tua password premendo sul tasto "registrati"
 
 
    
Alcuni movimenti politici e associazioni stanno tentando di ricomporre su basi innovative l'area dei democratici cristiani e dei popolari, Ritieni la cosa positiva?
 
SI
NO
 
       












Partners
 
 
 
 
 


Dir.Resp.: Ettore Bonalberti - Coordinatore Blog: Giorgio Zabeo
Redazione e amministrazione: C.so del Popolo, 29 - 30172 Mestre (Venezia) - tel. e fax 041/978232 - Email: info@insiemeweb.net
©2008 Associazione Insieme - powered by Enforma Solutions - based on en-press engine - Privacy Policy