Quando anche un Ministro della Repubblica snobba la DC
Postato da admin [23/11/2012 11:15]

Ieri sera ho seguito un dibattito che quotidianamente va in onda su LA7. Era ospite il ministro Andrea Riccardi che - verso la fine  della trasmissione - a una domanda della conduttrice, con un sospiro tra il profetico e il compassionevole, disse: "Nooooooooo! La Democrazia cristiana non tornerà più" Sorvolo sull'opinione dell'illustre Personaggio; depreco solo la sua ignoranza (nel senso di ignorare). Un ministro non può non sapere che la Corte di Cassazione ha emesso la sentenza del 23 dicembre 2010 passata in giudicato, secondo la quale la Democrazia Cristiana non è mai morta e - come direbbe il suo Segretario politico, Gianni Fontana - perché non morta non ha alcun erede.

 

Sorvolo il fatto; non è questo che mi interessa. L'incipit mi è utile solo per invitare tutti gli Amici DC a "fare rumore". Occorre uscire dal ghetto del silenzio. Occorre scornare i profeti di sventure. Occorre rompere il muro del'indifferenza. Occorre compiere tutti i passi necessari per far conoscere alla gente comune il ritorno della DC.

Si badi bene: non agli addetti ai lavori che lo sanno e lo temono, ma alla gente comune che preoccupata del sopravvivere ha poca dimestichezza con le burocrazie legali e giuridiche.

 

Il silenzio del media (tutti!) va sconfitto con la nostra presenza capillare.

1.      Il recente Congresso del Partito ha aperto il tesseramento; orbene, voglio vedere lungo tutta la Penisola, Isole comprese, dei tavoli, dei gazebo, qualsivoglia sito che promuove la DC e ne raccoglie le adesioni.

2.      I grandi quotidiani ci ignorano? Mentre penseremo anche a questo, nel frattempo ciascuno trovi ogni occasione per parlare della DC sui periodici locali, sui settimanali diocesani, sui bollettini parrocchiali, sigli organi di patronato.

3.      La TV fa la snob? Contattiamo le piccole TV locali, perché sono quelle che percorrono il nostro Bel Paese e perché locali la gente guarda, ascolta e finalmente verrà a conoscenza che la DC c'è! E' tornata.  

 

Chi più può più osi! Ma non piangiamoci addosso perché nessuno parla di noi. Incominciamo noi a fare qualche cosa, a  muover ei primi passi. Bussiamo alle porte, disturbiamo (cortesemente). Contattiamo i vecchi DC che stanno approdando a formazioni nuove e informiamoli della nostra esistenza.

Il nostro non è un partito personale. E' un partito glorioso che ha avuto il coraggio di chiedere perdono agli Italiani e al Paese per alcuni errori di alcuni personaggi, ma che vanta la gloria della ricostruzione del Paese e 50 anni di democrazia.

 

Coraggio allora! Siamo ignorati? Dipende da noi. Il Segretario Politico ne ha dato l'esempio con la Conferenza stampa del 20 novembre. Seguiamolo con il nostro impegno personale….

 

23 novembre 2012

 

Ireneo di Lione

 

Ricordiamoci di ciò che scriveva Santa Caterina da Siena :

 

"Avete taciuto abbastanza. E' ora di finirla di stare zitti!

Gridate con centomila lingue.

Io vedo che a forza di silenzio il mondo è marcito.".

 

(Santa Caterina da Siena)

 

 

 
Vota l'articolo:                    Media dei voti:                  Votanti: 4  Commenti: 0
 
Postato da [23/11/2012 11:15]

 
Aggiungi un commento
 
Email (*)

Commento



(*) L'indirizzo email è obbligatorio per gli utenti non loggati nel sistema.
L'inserimento del commento comporta l'iscrizione a questo blog ed il commento verrà pubblicato solo una volta accettate le condizioni presenti nell'email di conferma spedita automaticamente dal sistema.


 
Email:
Password:
 
            
Vuoi commentare gli articoli? Inserisci la tua email e richiedi la tua password premendo sul tasto "registrati"
 
 
    
Alcuni movimenti politici e associazioni stanno tentando di ricomporre su basi innovative l'area dei democratici cristiani e dei popolari, Ritieni la cosa positiva?
 
SI
NO
 
       












Partners
 
 
 
 
 


Dir.Resp.: Ettore Bonalberti - Coordinatore Blog: Giorgio Zabeo
Redazione e amministrazione: C.so del Popolo, 29 - 30172 Mestre (Venezia) - tel. e fax 041/978232 - Email: info@insiemeweb.net
©2008 Associazione Insieme - powered by Enforma Solutions - based on en-press engine - Privacy Policy