Rovigo - 21. 06.2012 - incontro DC
Postato da admin [28/06/2012 18:05]

Serata straordinaria giovedi sera alla sala Brigo dell'ex Pescheria.Particolarmente sentito nel cuore delle tante persone che hanno riempito la sala, Il richiamo ad aspetti che hanno fortemente segnato la vita politica della Democrazia Cristiana anche in Polesine, in particolare nella citazione di Umberto Merlin,uno dei fondatori del Movimento Popolare con De Gasperi e Sturzo nonché di Toni Bisaglia ,grande uomo di mediazione senza dimenticare il grande monito che hanno lasciato grandi politici socialisti Matteotti e Badaloni votati alla dedizione ,al sacrificio,al servizio per il Paese e per la propria terra. E nasce proprio dal Polesine,terra provata da tante vicissitudini,ma condotta nella storia da grandi personaggi come quelli citati, il messaggio che Gianni Fontana neo segretario nazionale della Democrazia Cristiana insieme a Ettore Bonalberti,membro della Direzione Nazionale della D.C. hanno voluto dare per ravvivare la Politica ,con la p maiuscola,che nella dispersione totale di mappature fuorvianti non può essere dispersa, con l'invito di riprendere in mano la "bussola" dei valori,dei principi delle regole che hanno caratterizzato il pensiero e l'azione politico-sociale  dei democratici cristiani. In un'epoca tesa alla modernizzazione più esasperata in cui il concetto di "comunità" ,che pone come primato la persona, svanisce e si perde in modelli fasulli, in leaderismi troppo lontani dalle coscienze della gente, l'idea  di un impegno che tende all'ispirazione cristiana naufraga se non si pone  al centro come riferimento il Vangelo che è la fonte perenne e perpetua  per significare l'essere laici cristianamente ispirati.  Fontana prende spunto dall'opera dello scrittore russo Dostoevskij : il Grande Inquisitore per dire che l'uomo nel credere al "grande inquisitore"ha rinnegato Cristo che ha dato all'umanità la libertà,la quale risulta insostenibile perché sviata dalle necessità materiali. Il contesto sociale non può sottrarsi dall'essere "comunità",nella quale essere laici cristianamente ispirati ha una regola ardua ma da ricercare operante in se stessi : "ama il tuo prossimo,amate i vostri nemici e pregate per quelli che vi perseguitano…. Il panorama politico di questo  ultimo ventennio ha sofferto la totale mancanza di un protagonista che non può mancare nello scenario della società : il cattolicesimo politico e Fontana riprende i temi che inquinano la società e li definisce "terremoti", a partire dall'ultimo naturale che ha toccato la terra dell'Emilia e in parte la nostra, compresa Ficarolo nel simbolo del campanile della Chiesa. Elencando le sciagure che hanno sconvolto la società indica nel terremoto che ha portato la finanza ad ingoiare l'economia e l'economia ad ingoiare la politica e poi il terremoto che ha sconvolto e disperso i valori nonché il terremoto nella Chiesa che viene simboleggiata oggi come una palestra del demonio. E su questo Fontana invita a pregare come strumento forte per combattere il male che si è insediato anche nella famiglia contestualmente ad un forte impegno e presenza  dei cattolici che devono fare "comunità" e non disperdersi in chimere che vanificano il nostro essere democratici- cristiani. La D.C. si pone da subito un obiettivo: costituire Centri di Formazione per una cultura che ci riporti alle nostre origini che sono autentiche radici fondanti per non rimanere nel buio del disorientamento. Fontana ,ritornando ai vari personaggi politici e ai valori che hanno rappresentato, manifesta un disagio, quasi una inadeguatezza nei confronti di un De Gasperi,di Sturzo,di Moro : riprendere quello che loro hanno seminato ci fa sentire piccoli, piccoli, "ma è quello che vogliamo essere: dei nani che prendono una scaletta per salire sulle spalle di questi giganti per guardare lontano e rivedere la via": Fontana prosegue nello spronare i numerosi presenti a dare il loro sostegno al progetto che parte  come movimento,come comunità politica che può divenire partito se quella "bussola" ci orienta la strada. Una prima azione della direzione nazionale è la modifica dello Statuto della D.C.(bastano pochi articoli chiari e semplici) e di lanciare in tempi brevissimi un testo di "riforma fiscale". Viene condivisa  da tutti il messaggio forte lanciato dall'assessore provinciale Leonardo Raito che auspica una stagione di riforme costituzionali,prima fra tutti il numero dei mandati dei parlamentari : al massimo due!   

 
Allegati
 Comunicato stampa
 comunita stampa
 Comunicato stampa
 comunicato stampa
 comunicato stampa
 comunicato stampa
 comunicato stampa
 


 
Email:
Password:
 
            
Vuoi commentare gli articoli? Inserisci la tua email e richiedi la tua password premendo sul tasto "registrati"
 
 
    
Alcuni movimenti politici e associazioni stanno tentando di ricomporre su basi innovative l'area dei democratici cristiani e dei popolari, Ritieni la cosa positiva?
 
SI
NO
 
       












Partners
 
 
 
 
 


Dir.Resp.: Ettore Bonalberti - Coordinatore Blog: Giorgio Zabeo
Redazione e amministrazione: C.so del Popolo, 29 - 30172 Mestre (Venezia) - tel. e fax 041/978232 - Email: info@insiemeweb.net
©2008 Associazione Insieme - powered by Enforma Solutions - based on en-press engine - Privacy Policy