Semipresidenzialismo a doppio turno
Postato da admin [26/05/2012 09:26]

Semipresidenzialismo a doppio turno

Il sistema elettorale italiano attuale è ammalato in quanto non permette all'elettore di esercitare pienamente la sovranità: il popolo non esprime con il suo voto una volontà diretta, ma è obbligato a votare ciò che gli viene offerto dai Partiti.

Tutti i partiti, a parole, dicono che bisogna cambiare il sistema elettorale, ma la loro miopia li spinge ad interessarsi del consenso e non ad intercettare ciò che vuole la gente. 

Oggi è stata presentata da Berlusconi e Alfano una proposta di sistema elettorale: Semipresidenzialismo a doppio turno. Nei prossimi giorni altre proposte verranno presentate.

La redazione del BLOG INSIEME, in questa prima fase, non vuole entrare nel merito politico della proposta, ma nel contenuto tecnico in modo che ogni cittadino sappia di che cosa si sta parlando.

Il semipresidenzialismo è una forma di governo (modello organizzativo assunto dallo Stato) che vede il Governo (organo esecutivo) dipendere dal Presidente della Repubblica (capo dello Stato) e dal Parlamento (organo legislativo). Il Presidente del Consiglio (Primo Ministro) è nominato dal Presidente della Repubblica, ma necessita della fiducia del Parlamento.

Questa forma di governo si caratterizza così:

1.      Il Presidente della Repubblica viene eletto direttamente dal popolo e l'elezione è distinta e autonoma rispetto a quella del Parlamento;

2.      L'elezione del Presidente della Repubblica si celebra in due turni.  Al primo turno possono partecipare più candidati. Al secondo turno il popolo sceglie, tra i primi due maggiormente votati del primo turno, il Presidente della Repubblica;

3.      Il potere esecutivo è condiviso con il Primo Ministro che però può essere scelto e revocato dal capo dello Stato;

4.      Il Primo Ministro ed il Governo possono essere sfiduciati dal Parlamento e revocati dal Presidente della Repubblica; quest'ultimo non è ovviamente sfiduciabile;

5.      Lo scioglimento del Parlamento da parte del Presidente della Repubblica avviene nei limiti costituzionali.

Questa formula di governo  ha come obiettivi quello di diminuire la rigidità del sistema presidenziale e di eliminare i problemi partitocratici che normalmente sorgono quando non si raggiunge una maggioranza in Parlamento.

A cura di Giorgio Zabeo

  

 


 
Email:
Password:
 
            
Vuoi commentare gli articoli? Inserisci la tua email e richiedi la tua password premendo sul tasto "registrati"
 
 
    
Alcuni movimenti politici e associazioni stanno tentando di ricomporre su basi innovative l'area dei democratici cristiani e dei popolari, Ritieni la cosa positiva?
 
SI
NO
 
       












Partners
 
 
 
 
 


Dir.Resp.: Ettore Bonalberti - Coordinatore Blog: Giorgio Zabeo
Redazione e amministrazione: C.so del Popolo, 29 - 30172 Mestre (Venezia) - tel. e fax 041/978232 - Email: info@insiemeweb.net
©2008 Associazione Insieme - powered by Enforma Solutions - based on en-press engine - Privacy Policy