Lettera al direttore
Postato da admin [22/05/2012 20:10]

Gentile Direttore

L'appello del card. Bagnasco su "lavoro, lavoro,lavoro" si spera venga raccolto da prof. Monti e da questi partiti alla frutta. Bagnasco ha anche cercato di dare un suo indirizzo alla classe politica attuale. " la crisi italiana è molto profonda e soltanto il cattolicesimo può fornire al Paese una risposta adeguata"ha detto all'assemblea della CEI, raccomandando di evitare ricette minimali o ricette precipitose.

A che serve la politica se non ha la capacità di cambiare in meglio la vita degli italiani??? Credo sia la domanda che moltissimi cittadini si siano posti nei giorni delle elezioni comunali e la risposta è stata quella dell'astensione massiccia. E chi è andato a votare ha cercato il candidato fuori dai partiti tradizionali pregni di soli privilegi e danari e senza soluzioni per  tutti noi che siamo chiamati a tirare la cinghia a causa della incapacità di questa classe politica asfittica , senza regole , senza etica, solo con tante etichette.

A questo punto si dovrebbe prendere atto che i cittadini non sono più per una democrazia rappresentativa. Non si fidano più. Vogliono essere parte attiva e verificare i programmi, gli uomini, le idee progetto dei candidati e vogliono controllare l'esito delle politiche indirizzate a fare star meglio gli italiani tutti, non solo quelli in parlamento o negli enti locali. Vogliono vedere attuate riforme istituzionali vere e volte a semplificare la vita di tutti noi,  al lavoro per le nuove generazioni, all'eliminazione di privilegi, ad un fisco più equo per imprese e lavoratori, a pensioni minime da rivedere xchè oggi non consentono di sopravvivere. Vogliono partiti trasparenti che siano strumenti per attuare quelle politiche per i cittadini e non per le classi dirigenti dei partiti e della burocrazia grassa.

E' ora che gli uomini che si identificano nel bene comune, compresi intellettuali e giornalisti, stiano insieme su politiche che vedano al centro sempre l'individuo, i suoi bisogni, il suo benessere. Alle prossime elezioni politiche, gli italiani voteranno col portafoglio che in questo periodo è l'unica ideologia che abbiamo tutti noi.

Badate partiti, gruppi, movimenti, media, siate molto accorti e fate i bravi,  siamo tutti molto incazzati e vorremmo rimanere in una sfera democratica, però la corda è tesa, molto tesa.

Grazie a lei signor direttore.

Francesco Marcato. PD, 21 maggio 2012.

 

 
Vota l'articolo:                    Media dei voti:                  Votanti: 0  Commenti: 0
 
Postato da [22/05/2012 20:10]

 
Aggiungi un commento
 
Email (*)

Commento



(*) L'indirizzo email è obbligatorio per gli utenti non loggati nel sistema.
L'inserimento del commento comporta l'iscrizione a questo blog ed il commento verrà pubblicato solo una volta accettate le condizioni presenti nell'email di conferma spedita automaticamente dal sistema.


 
Email:
Password:
 
            
Vuoi commentare gli articoli? Inserisci la tua email e richiedi la tua password premendo sul tasto "registrati"
 
 
    
Alcuni movimenti politici e associazioni stanno tentando di ricomporre su basi innovative l'area dei democratici cristiani e dei popolari, Ritieni la cosa positiva?
 
SI
NO
 
       












Partners
 
 
 
 
 


Dir.Resp.: Ettore Bonalberti - Coordinatore Blog: Giorgio Zabeo
Redazione e amministrazione: C.so del Popolo, 29 - 30172 Mestre (Venezia) - tel. e fax 041/978232 - Email: info@insiemeweb.net
©2008 Associazione Insieme - powered by Enforma Solutions - based on en-press engine - Privacy Policy