Un impresa su due chiude entro i primi 5 anni di vita
Postato da admin [15/04/2012 11:48]

Ma oltre ai numeri c'è il dramma dei piccoli imprenditori: dall'inizio di quest'anno ci sono stati 23 suicidi, ben 9 (pari al 40%) sono avvenuti nel Veneto.

Secondo una indagine della CGIA di Mestre, una impresa su due (precisamente il 49,6%) chiude i battenti entro i  primi 5 anni di vita. Un dato molto preoccupante che segnala la grave difficoltà che stanno vivendo le imprese, soprattutto quelle guidate da neoimprenditori.

"Tasse, burocrazia, ma  soprattutto la mancanza di liquidità - dichiara Giuseppe Bortolussi, segretario della CGIA di Mestre -  sono i principali ostacoli che costringono molti neoimprenditori a gettare la spugna anzitempo.  E' vero che molte persone, soprattutto giovani, tentano la via  dell'autoimpresa senza avere il know how necessario, tuttavia è un segnale preoccupante anche alla luce delle tragedie che si stanno consumando in questi ultimi mesi".

Il pensiero va ai 23 suicidi tra i piccoli imprenditori che si sono registrati dall'inizio dell'anno ad oggi, 9 dei quali (pari al 40% del totale) sono avvenuti nel Veneto.

"Il meccanismo si sta spezzando - prosegue Bortolussi - questi suicidi sono un vero grido di allarme lanciato da chi non ce la fa più. Le tasse, la burocrazia, la stretta creditizia e i ritardi nei pagamenti hanno creato un clima ostile che penalizza chi fa impresa. Per molti, il suicidio è visto come un gesto di ribellione contro un sistema sordo ed insensibile che non riesce a cogliere la gravità della situazione".

La nota della CGIA si chiude sottolineando l'importanza delle piccole micro imprese in chiave occupazionale.  Se, come sottolinea l'Unione Europea, il 58% dei nuovi posti di lavoro è creato dalle imprese con meno di 10 addetti, e se , come risulta dai dati Istat, il 60% dei giovani italiani neoassunti nel 2011 è stato "assorbito" dalle micro imprese con meno di 15 addetti,  è chiaro che il Governo non può non intervenire abbassando il carico fiscale sulle imprese e in generale sul mondo del lavoro, altrimenti sarà difficile far ripartire l'economia di questo Paese.

 

Suicidi tra gli imprenditori avvenuti tra

Il 1 gennaio 2012 e il 14 aprile 2012

 

NUMERO

Veneto

9

Puglia

3

Toscana

3

Sicilia

3

Lazio

2

Lombardia

1

Abruzzo

1

Liguria

1

TOTALE

23

Fonte: CGIA Mestre

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

 

Imprese non sopravvissute (a 5 anni dalla nascita)

In % su imprese nate

 

 

 

 

 

 

 

 

2004 (*)

2009 (**)

Aumento incidenza imprese non sopravvissute (in punti %)

Piemonte

45,5

49,8

+4,3

Valle d'Aosta

41,5

46,7

+5,2

Lombardia

43,1

48,4

+5,3

Liguria

47,6

50,1

+2,5

Trentino-Alto Adige

38,4

44,1

+5,7

Veneto

40,7

46,2

+5,5

Friuli-Venezia Giulia

41,4

48,1

+6,7

Emilia-Romagna

42,6

48,4

+5,8

Toscana

43,5

47,8

+4,3

Umbria

43,7

46,7

+3,0

Marche

39,8

45,7

+5,9

Lazio

51,1

54,6

+3,5

Abruzzo

45,4

49,8

+4,4

Molise

45,5

44,5

-1,0

Campania

49,8

53,4

+3,6

Puglia

45,1

47,5

+2,4

Basilicata

43,1

45,7

+2,6

Calabria

49,1

50,4

+1,3

Sicilia

48,3

51,9

+3,6

Sardegna

47,5

49,1

+1,6

Italia

45,4

49,6

+4,2

 

 

 

 

(*) Imprese nate nel 1999 e non più esistenti nel 2004.

(**) Imprese nate nel 2004 e non più esistenti nel 2009.

 

 

 

 

Elaborazione Ufficio Studi CGIA di Mestre su dati Istat

 

 


 
Email:
Password:
 
            
Vuoi commentare gli articoli? Inserisci la tua email e richiedi la tua password premendo sul tasto "registrati"
 
 
    
Alcuni movimenti politici e associazioni stanno tentando di ricomporre su basi innovative l'area dei democratici cristiani e dei popolari, Ritieni la cosa positiva?
 
SI
NO
 
       












Partners
 
 
 
 
 


Dir.Resp.: Ettore Bonalberti - Coordinatore Blog: Giorgio Zabeo
Redazione e amministrazione: C.so del Popolo, 29 - 30172 Mestre (Venezia) - tel. e fax 041/978232 - Email: info@insiemeweb.net
©2008 Associazione Insieme - powered by Enforma Solutions - based on en-press engine - Privacy Policy