LA NOTIZIA DEL GIORNO
Postato da admin [18/01/2012 23:38]


(ilmessaggero.it) - ROMA - L'Italia subirà la recessione nel 2012, con un calo del Pil compreso fra l'1,2 e l'1,5% nello scenario più sfavorevole, ma la ripresa del Paese può arrivare solo in caso di un taglio dello spread su livelli più fisiologici, a 300 punti, che consentirebbe un aumento del Pil dello 0,8% già nel 2013, evitando che il prossimo anno si registri invece una crescita zero.

Cliccando sui siti sotto riportati puoi leggere i comunicati stampa sulla recessione in Italia nel 2012 secondo la BanKitalia

http://www.ilmessaggero.it/articolo_app.php?id=44297&sez=HOME_ECONOMIA&npl=&desc_sez=

http://www.lettera43.it/economia/macro/36722/se-il-differenziale-arrivasse-a-300-nel-2013-il-pil-in-crescita-all-12_breve.htm

http://www.tgcom24.mediaset.it/economia/articoli/1034246/bankitalia-ripresa-possibile-se-cala-lo-spread.shtml

http://www.ilsole24ore.com/art/finanza-e-mercati/2012-01-17/bollettino-bankitalia-crisi-163931.shtml?uuid=Aa5cmEfE

http://www.liberoquotidiano.it/news/912230/Bankitalia-con-lo-spread-attuale-recessione-nel-2012-e-zero-crescita-nel-2013.html

 


 
Email:
Password:
 
            
Vuoi commentare gli articoli? Inserisci la tua email e richiedi la tua password premendo sul tasto "registrati"
 
 
    
Alcuni movimenti politici e associazioni stanno tentando di ricomporre su basi innovative l'area dei democratici cristiani e dei popolari, Ritieni la cosa positiva?
 
SI
NO
 
       












Partners
 
 
 
 
 


Dir.Resp.: Ettore Bonalberti - Coordinatore Blog: Giorgio Zabeo
Redazione e amministrazione: C.so del Popolo, 29 - 30172 Mestre (Venezia) - tel. e fax 041/978232 - Email: info@insiemeweb.net
©2008 Associazione Insieme - powered by Enforma Solutions - based on en-press engine - Privacy Policy